Contributo volontario delle famiglie

SPESE SCOLASTICHE E CONTRIBUTO VOLONTARIO

In base al dettato costituzionale e alla Legge n. 296/2006, la frequenza scolastica è obbligatoria e gratuita. Le tasse scolastiche sono dovute per il quarto e quinto anno degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado.

  • Sono leciti le richieste di rimborso obbligatorio di spese sostenute dalla scuola quali assicurazione individuale degli studenti per RC e infortuni, libretto delle assenze, gite scolastiche.
  • La legge prevede che possano essere richiesti alle famiglie, solo ed esclusivamente quali contribuzioni volontarie,  quote che, con spirito collaborativo e nella massima trasparenza, partecipano al miglioramento e all’ampliamento dell’offerta formativa degli alunni, per raggiungere livelli qualitativi più elevati. La quota è stabilita dal Consiglio di Istituto come anche la destinazione che deve prevedere un dedicato capitolo di bilancio nel Programma Annuale della scuola.

Le spese scolastiche  sono detraibili fiscalmente secondo due tipologie di detraibilità:

Tipologia di spese scolastica Detraibilità
Spese per la frequenza scolastica (tramite metodi tracciabili di pagamento) Ammesse in detrazione ai sensi dell’art. 15, comma 1, lettera e-bis), del TUIR nel limite massimo di spesa di 800 euro
Erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici (tramite metodi tracciabili di pagamento) Ammesse in detrazione  senza limite di importo

Chiarimenti dell’agenzia delle entrate sulla detraibilità

Spese sostenute per Testi scolastici, strumenti musicali, cancelleria, viaggi ferroviari, vitto e alloggio Non sono detraibili (Circolare n. 13 del 31 maggio 2019)
Gite scolastiche, assicurazione della scuola, corsi di lingua, teatro, etc… Sono detraibili le spese sostenute per le gite scolastiche, assicurazione della scuola, ed ogni altro contributo scolastico, finalizzato all’ampliamento dell’offerta formativa, deliberato dagli organi dell’istituto. (Circolare n. 13 del 31 maggio 2019)
Servizio di trasporto scolastico E’ possibile detrarre come spese scolastiche, le spese sostenute per il servizio di trasporto, anche se è stato reso tramite il servizio del Comune, oppure di soggetti terzi rispetto alla scuola ed anche se non è stato deliberato dagli organi di istituto. (Circolare n. 13 del 31 maggio 2019)
Assistenza al pasto, pre e post scuola Le spese sostenute per i servizi scolastici integrativi, come l’assistenza al pasto, il pre e post scuola, sono detraibili, in quanto anche se forniti in orario extra curriculare, sono considerati servizi strettamente legati alla frequenza scolastica. (Circolare n. 68 del 4 agosto 20016)
Spese per la mensa scolastica Sono detraibili, le spese sostenute per la mensa scolastica, anche nel caso in cui il servizio mensa sia fornito da soggetti diversi rispetto alla scuola frequentata. Esempio, lo studente che usufruisce del servizio mensa del Comune o da cooperative. (Circolare n. 20 del 13 maggio 2011)

In ragione di quanto sopra e secondo la normativa, l’I.C. Diano Marina chiede alle famiglie il rimborso obbligatorio per l’assicurazione degli alunni ed il Consiglio di Istituto ha deliberato, con delibera n. 14/2020, la conferma di un contributo volontario di euro 12. L’ammontare della quota ottenuta tramite il versamento del contributo volontario, che potrà essere di qualunque cifra anche superiore ai 12 euro, sarà destinata all’ampliamento dell’offerta formativa e all’innovazione tecnologica ed in particolare per la stipula di  contratto con esperto in Logopedia per svolgere attività di screening e monitoraggio sugli alunni per tutti i plessi che già non abbiano in servizio un esperto. In alcuni plessi dell’Istituto infatti, già è presente la figura del Logopedista individuata dalla scuola con gestione propria ed utilizzo di fondi comunali dedicati (comuni di Cervo e San Bartolomeo al Mare).

Tutto l’Istituto avrebbe quindi la possibilità di avvalersi di esperti in Logopedia per individuare precocemente disturbi del linguaggio, della comunicazione (sia verbale che scritta) e delle problematiche di apprendimento, attuando attività di prevenzione, diagnosi e successivo primo trattamento da attuare in collaborazione con le famiglie.  Per i plessi che hanno già la presenza del Logopedista, il contributo volontario verrà impiegato per aumentare la dotazione tecnologica al fine dell’innovazione già in atto in tutto l’Istituto.

Data la finalità inclusiva della scuola che prevede che ogni alunno possa, nella sua individualità, raggiungere il successo formativo acquisendo un personale metodo di studio che prevede anche il superamento delle proprie difficoltà, il Consiglio di Istituto ha valutato di primaria importanza questa destinazione d’utilizzo del contributo volontario. Maggiore sarà la contribuzione e maggiori risorse potranno essere messe in campo senza distinzione di quote sui plessi ma in un’ottica di unitarietà, necessità, equità per dare un servizio a chi più ha necessità al fine di uniformare i livelli di apprendimento degli alunni delle classi.

MODALITA’ DI VERSAMENTO E INDICAZIONI PER LA DETRAIBILITA’.

  1. Le Famiglie che  non abbiano ancora versato per l’a. s. 2020/21 il contributo volontario, alla luce di quanto sopra, possono ancora farlo utilizzando il pagamento tracciabile sul Conto corrente postale n. IT26S0760110500000016276198 Intestato a I. C. Diano Marina.
  2. Per l’a. s. 2021/22, tramite una circolare esplicativa, la Famiglie ed il Personale tutto (quota assicurativa) saranno chiamati a versare il rimborso obbligatorio di assicurazione ed eventuali libretti delle giustificazioni, ed il contributo volontario entro il mese di settembre al fine di quantizzare la quota disponibile per l’individuazione dell’Esperto di Logopedia.

I versamenti, di diversa natura, potranno essere effettuati singolarmente o per tutta la classe/gruppo di alunni.

  1. a) Se il versamento è stato effettuato SINGOLARMENTE dal genitore con bonifico bancario e/o in cc postale non è necessaria l’attestazione di versamento da parte della scuola.

È importante:

  • nel caso di contributo volontario: indicare nella causale di versamento il nome dell’ allievo o degli allievi (contributo versato per più figli), la classe, il plesso e la dicitura “Erogazione liberale per l’innovazione tecnologica e l’ampliamento dell’offerta formativa”
  • nel caso di viaggio di istruzione: indicare nella causale di versamento il nome dell’ allievo, la classe, il plesso e la destinazione del viaggio di istruzione al quale si partecipaconsegnare copia del versamento alla scuola (secondo modalità che via via verranno comunicate) per il necessario riscontro contabile;
  1. b) Se il contributo volontario o le quote di partecipazione a viaggio di istruzione sono stati versati in un’ unica soluzione da parte di TUTTA LA CLASSE E/O GRUPPO ALUNNI,

È importante:

  • indicare nella causale di versamento: la classe, il plesso e la dicitura “Erogazione liberale per l’innovazione tecnologica e l’ampliamento dell’offerta formativa” o la destinazione del viaggio di istruzione al quale si partecipa;
  • consegnare copia del versamento alla scuola (secondo modalità che via via verranno comunicate) per il necessario riscontro contabile, allegando a parte l’elenco degli alunni i cui genitori hanno versato le quote ;
  • consegnare in segreteria, a partire da Marzo 2020, il modulo Dichiarazione per la detraibilità ai fini fiscali del contributo volontario e/o Dichiarazione per la detraibilità ai fini fiscali gite scolastiche compilato in tutte le sue parti (modulistica scaricabile qui sotto), per la firma del Dirigente Scolastico.

La Dirigente scolastica, a nome dell’Istituto, coglie l’occasione per ringraziare tutti coloro che, confidando nell’offerta formativa dell’Istituto, hanno contribuito e contribuiranno a sostenere il lavoro della scuola, collaborando così a migliorarne la qualità.

 

MODULISTICA.

Dichiarazione detrazione gita e altro

Dichiarazione detrazione erogazione liberale

 

Riferimenti normativi