Esami di Stato

ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE a.s. 2021/22.

Il 14/03/2022 è stata pubblicata l’Ordinanza Ministeriale 64 del 14 marzo 2022 Esami di stato primo ciclo di istruzione a. s. 2021/2022 . La scelta del Ministero è stata quella di compromesso tra la gestione ordinaria e la gestione straordinaria degli ultimi due anni con:

  • Reintroduzione delle prove scritte;
  • Deroga alle prove Invalsi come prerequisito di accesso;
  • Possibilità di sostenere la prova orale (solo quella) in videoconferenza;
  • Il percorso dello studente pesa la metà del voto finale.
  • La certificazione delle competenze ex  Art. 2 D.M. 742/2017 avverrà in sede di Scrutinio finale.

IMPIANTO GENERALE DELL’ESAME DI STATO.

  • Due prove scritte, una di Italiano ed una sulle Competenze logico-matematiche (artt. 7-8 D.M. 741/2017);
  • Un Colloquio (art. 10 D.M. 741/2017) con cui saranno accertate anche le competenze relative alla lingua Inglese, alla seconda lingua comunitaria, Francese, e all’insegnamento dell’Ed. Civica, competenze non accertate nelle prove scritte ;
  • Votazione finale in decimi  con eventualità della lode deliberata dalla Commissione plenaria;
  • Svolgimento in presenza, nel periodo compreso tra il termine delle lezioni ed il 30/06/22;
  • Possibilità della videoconferenza solo per la prova orale per i candidati impossibilitati a lasciare il proprio domicilio.
  • Requisiti per i candidati interni:
  • a) frequenza di almeno i 3/4 del monte ore complessivo del curricolo personale (fatti salvi i Criteri di deroga alla validità dell’anno scolastico deliberati dal Collegio dei Docenti ex Circolare min. n. 20 4/03/2011);
  • b) non essere incorsi nella sanzione disciplinare della non ammissione all’esame di Stato ( sospensione disciplinare oltre i 15 giorni ex D.P.R. 249/98);
  • c) voto di ammissione stabilito dal consiglio di classe in decimi, considerando il percorso scolastico compiuto dall’alunna o dall’alunno secondo criteri deliberati dal Collegio dei Docenti (ammissione all’esame anche con 5, adeguatamente motivata dal Consiglio di Classe, per parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline).
  • Requisiti per i candidati esterni: requisiti ex ex D.M. 741/17 art 3 commi 1-3.

La prova scritta di Italiano sarà strutturata secondo l’ Art. 7 D.M. 741/2017:

“c, 1 La prova scritta di italiano o della lingua nella quale si svolge l’insegnamento accerta la padronanza della lingua la capacità di espressione personale il corretto ed appropriato uso della lingua e la coerente e organica esposizione del pensiero da parte delle alunne e degli alunni
c. 2 La commissione predispone almeno tre terne di tracce formulate in coerenza con il profilo dello studente e i traguardi di sviluppo delle competenze delle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione con particolare riferimento alle seguenti tipologie a) testo narrativo o descrittivo coerente con la
situazione l’argomento lo scopo e il destinatario indicati nella traccia b) testo argomentativo che consenta l’esposizione di riflessioni
personali per il quale devono essere fornite indicazioni di svolgimento c) comprensione e sintesi di un testo letterario divulgativo scientifico anche attraverso richieste di riformulazione
c. 3 La prova può essere strutturata in più parti riferibili alle diverse tipologie di cui al comma 2.”

La prova mirerà ad accertare se l’alunno abbia “una padronanza della lingua italiana che gli consente di comprendere e produrre enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di adottare un registro linguistico appropriato alle diverse situazioni” riguardo la competenza Comunicazione nella madrelingua delle Competenze chiave europee del 2006.

La prova scritta relativa alle Competenze logico-matematiche sarà strutturata secondo l’ Art. 8 D.M. 741/2017:

c. 1 La prova scritta relativa alle competenze logico matematiche accerta la capacità di rielaborazione e di organizzazione delle conoscenze delle abilità e delle competenze acquisite dalle alunne e dagli alunni nelle seguenti aree numeri spazio e figure relazioni e funzioni dati e previsioni
c. 2 La commissione predispone almeno tre tracce ciascuna riferita alle due seguenti tipologie a) problemi articolati su una o più richieste b) quesiti a risposta aperta
c. 3 Nella predisposizione delle tracce la commissione può fare riferimento anche ai metodi di analisi organizzazione e rappresentazione dei dati caratteristici del pensiero computazionale”

La prova mirerà ad accertare se l’alunno “Utilizza le sue conoscenze matematiche e scientifico tecnologiche per analizzare dati e fatti della realtà e per verificare l’attendibilità di analisi quantitative proposte da altri Utilizza il pensiero logico scientifico per affrontare problemi e situazioni sulla base di elementi certi Ha consapevolezza dei limiti delle affermazioni che riguardano questioni complesse” riguardo la competenza Comunicazione matematica e competenze di base in scienza e tecnologiadelle Competenze chiave europee del 2006.

Il Colloquio sarà condotto secondo l’ Art. 10 D.M. 741/2017:

“c. 1 Il colloquio è finalizzato a valutare il livello di acquisizione delle conoscenze abilità e competenze descritte nel profilo finale dello studente previsto dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione
c. 2 Il colloquio viene condotto collegialmente dalla sottocommissione, ponendo particolare attenzione alle capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, di collegamento organico e significativo tra le varie discipline di studio”.

Il Voto finale sarà assegnato secondo le procedure relative all’Art. 13 D. M. 741/2017:

“c. 1 Ai fini della determinazione del voto finale dell’esame di Stato di ciascun candidato, la sottocommissione procede preliminarmente a calcolare la media tra i voti delle singole prove scritte e del colloquio, senza applicare, in questa fase, arrotondamenti all’unità superiore o inferiore. Successivamente procede a determinare il voto finale, che deriva dalla media tra il voto di ammissione e la media dei voti delle prove scritte e del colloquio.
c. 2 Il voto finale così calcolato viene arrotondato all’unità superiore per frazioni pari o superiori a 0 5 e proposto alla
commissione in seduta plenaria (….)
c. 7 La valutazione finale espressa con la votazione di dieci decimi può essere accompagnata dalla lode, con deliberazione assunta all’unanimità della commissione, su proposta della sottocommissione, in relazione alle valutazioni conseguite dal candidato nel percorso scolastico del triennio e agli esiti delle prove d’esame.”

Gli alunni certificati secondo la L. 104/1992 e la L. 170/2010, nonchè gli alunni identificati dai Consigli di Classe quali portatori di Bisogni Educativi Speciali, saranno valutati ed utilizzeranno strumenti compensativi e dispensativi secondo quanto riportato nei propri PEI o PDP, ex art 14 D. M. 741/17.

Quest’anno le prove Invalsi, benchè obbligatorie, non rappresentano requisito di accesso all’Esame di Stato. I candidati che avranno affrontato le prove Invalsi riceveranno la Certificazione aggiuntiva delle competenze prodotta dallo stesso Istituto Invalsi che si unirà alla Certificazione delle competenze redatta dal Consiglio di Classe in sede di scrutinio finale.

Commissione (plenaria): costituita da tutti i docenti di tutte le classe terze dell’Istituto.

Sottocommissione: costituita da tutti i decenti della singola classe.

LINK UTILI:

Frequenza scolastica, limiti e deroghe.

Sito Invalsi

Pagina Ministeriale sugli Esami di Stato primo Ciclo .

 

RIFERIMENTI NORMATIVI:

DECRETO LEGISLATIVO 13 aprile 2017, n. 62 Norme in materia di valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera i), della legge 13 luglio 2015, n. 107.

D.M. 741 del 3/10/2017 Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione.

D.M. 742 del 3/10/2017 Finalità della certificazione delle competenze.

 

A cura della Dirigente, 25/03/2022.