Valutazione

CRITERI DI VALUTAZIONE ALUNNI STRANIERI

E' in corso di revisione per approvazione e delibera del Collegio dei Docenti il seguente Documento:

Criteri di Valutazione Alunni Stranieri-Scuola Secondaria.

Tale Documento fa riferimento al Protocollo di accoglienza degli Alunni stranieri presente sul sito web in Area Offerta Formativa-Inclusione.

NUOVA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA O.M. n. 172 04/12/2020

Già dal Primo quadrimestre di questo anno scolastico, 2020/21, la valutazione della Scuola Primaria abbandonerà l'utilizzo dei voti numerici in decimi per  introdurre il giudizio descrittivo per ciascuna delle discipline previste dalle Indicazioni nazionali per il curricolo, Educazione civica compresa. Un cambiamento che ha lo scopo di far sì che la valutazione degli alunni sia sempre più trasparente e coerente con il percorso di apprendimento di ciascun alunno.

Andiamo per ordine:

  • Con l'attuazione dell'Autonomia, ex D.P.R. n. 275/1999, le scuole possono proporre, nell'ambito dell'Offerta Formativa (PTOF), un proprio Curricolo, cioè un percorso formativo e didattico studiato secondo le risorse finanziarie, strumentali, professionali a disposizione della scuola in considerazione di ciò che offre il Territorio con Enti, Comuni, Associazioni, etc.
  • In considerazione dell'unitarietà della proposta formativa della scuola pubblica garantita dagli articoli 33  e 34 della Costituzione Italiana, lo Stato garantisce gli elementi essenziali che la scuola deve garantire e lo fa tramite le Indicazioni per il curricolo che propongono una serie di suggestioni pedagogiche e culturali che intendono comunicare un’idea di scuola intorno alla quale le comunità scolastiche avviano esperienze di innovazione e metodologica per un adeguamento continuo non solo del curricolo di ogni scuola ma anche delle stesse Indicazioni nazionali.
  • La comunità educante della scuola con gli organi competenti, Collegio dei Docenti, Consigli di Classe, Interclasse, Intersezione, elabora la proposta formativa della Scuola nel Piano dell'Offerta Formativa Triennale e la attua scegliendo metodologie e modalità all'interno delle quali è garantita la libertà di insegnamento dei singoli docenti.
  • In base al Curricolo di Istituto i docenti propongono agli alunni, in un processo di insegnamento-apprendimento quanto più possibile situato e coinvolgente, i contenuti delle discipline o degli ambiti disciplinari (più discipline affini aggregate) al fine di raggiungere obiettivi in termini di conoscenze, abilità e competenze ed obiettivi formativi trasversali.
  • La valutazione è un processo che viene attuato dai docenti in base al percorso formativo scelto dalla scuola e al rispetto della normativa vigente D.P.R. n. 122/2009 e D.P.R. n. 62/2017. Il processo valutativo mette in rapporto i risultati raggiunti da ogni alunno con gli obiettivi programmati per lo stesso nel percorso di insegnamento/apprendimento.

Ora, a seguito di molteplici cambiamenti relativi alle modalità di valutazione dei diversi ordini di scuola, i due D.P.R. sopra citati definivano l'utilizzo dei voti numerici per la valutazione degli alunni in tutti gli ordini di scuola, dalla Primaria alla Secondaria di primo e secondo grado. All'interno dei DPCM pubblicati in emergenza Covid, però,  in due fasi successive, è stata modificata la modalità di valutazione della scuola Primaria secondo quanto detto in apertura del presente articolo. Il quadro operativo e attuativo è stato definito il 4 dicembre 2020 con l'O. M. n. 172/2020Linee guida  .

Linee operative messe in atto dal Collegio dei Docenti.

Il Collegio dei Docenti ha dato mandato al NIV, Nuclei Interno di Valutazione,  alla Commissione Curricolo e alle due Docenti FF.SS. per la Valutazione di Istituto e al PTOF (vedi Organigramma 2020/21) di valutare quali azioni potessero essere messe in campo per garantire la valutazione della suola Primaria già dal primo quadrimestre in modo adeguato all'Ordinanza ed alle Linee guida. A seguito di attenta lettura dei due documenti, di incontri dei componenti delle due commissioni, di colloqui con la Dirigente scolastica per confronti e discussioni aperte, di partecipazione a webinar sull'argomento, la proposta al Collegio dei Docenti consiste nel non modificare per il momento il Curricolo di Istituto per una revisione e semplificazione degli obiettivi di apprendimento. Dal Curricolo in vigore sono stati estrapolati blocchi di obiettivi di apprendimento per le varie dimensioni  disciplinari. Per il primo quadrimestre a. s. 2020/21 i docenti dei Consigli di Interclasse attueranno il processo valutativo con  l'utilizzo dei 4 livelli proposti dalla normativa (avanzato, intermedio, base, in via di prima acquisizione) e con la formulazione di un giudizio globale che declini le 4 dimensioni riportate sempre dalle Linee guida (pag. 4 delle stesse): autonomia nel lavoro, tipologia di situazione nota o non nota, risorse mobilitate dall'alunno, continuità nella manifestazione dell'apprendimento.

A seguito dell'O. M. e analisi della proposta del Registro Argo, il Collegio dei Docenti, tramite il lavoro del Nucleo Interno di Valutazione e di apposite commissioni, ha deliberato gli obiettivi da valutare nel primo quadrimestre e già predisposto quelli per il secondo da utilizzare nel Documento di Valutazione finale.

Per quanto riguarda la valutazione in itinere, il Collegio dei Docenti ha deliberato nella seduta del 22/03/2021 il seguente documento che prevede obiettivi valutativi per le prove scritte e le prove orali con possibilità di utilizzare una valutazione  in ideogrammi (stelline) di comprensibilità più immediata per gli alunni. Valutazione in itinere Scuola Primaria

Per il proseguo dell'anno scolastico e per l'anno scolastico a venire, si attendono attività d/i formazione ai docenti da parte del Ministero per una più articolata, condivisa e complessa revisione del curricolo di Istituto.

Currìcolo s. m. [dal lat. curricŭlum, dim. di currus «carro»] – Piccolo carro: a rappresentare tutto ciò che viene proposto e fornito a livello formativo e didattico all'alunno dalla scuola dal momento dell'ingresso (scuola dell'Infanzia) fino alla conclusione del percorso (Esame di stato). Il bagaglio cresce e arricchisce  conoscenze, abilità e competenze dell'alunno per permettere alla sua formazione di progredire su basi via via consolidate.

Diano Marina, 09/04/2021

A cura della Dirigente scolastica.